La nuova assicurazione sociale per l’impiego (NASpI)

L’art. 1 del Decreto Legislativo prevede l’istituzione di un’indennità mensile di disoccupazione denominata Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI), in sostituzione delle prestazioni di ASpI e Mini-ASpI, con riferimento agli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1° maggio 2015.

Tale disciplina persegue la finalità di:

  • Omogeneizzare la disciplina relativa ai trattamenti ordinari e ai trattamenti brevi (ASpI e Mini-ASpI);
  • Rapportare la durata dei trattamenti alla pregressa storia contributiva del lavoratore;
  • Introdurre dei massimali di contribuzione figurativa.

NUOVI REQUISITI DI ACCESSO

Oltre al precedente requisito dello stato di disoccupazione dovuto dalla cessazione del precedente rapporto di lavoro per motivi involontari (comprese comunque le dimissioni per giusta causa e la risoluzione consensuale) ci sono delle ulteriori condizioni:

  • Far valere nei 4 anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione almeno 13 settimane di contribuzione;
  • Far valere 30 giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei 12 mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.

MISURA DELLA PRESTAZIONE

La retribuzione media mensile si ottiene dividendo la retribuzione imponibile ai fini previdenziali degli ultimi 4 anni antecedenti la data del licenziamento, comprensiva degli elementi continuativi e non, e delle mensilità aggiuntive, per il numero totale delle settimane di contribuzione nel periodo (indipendentemente dalla verifica del minimale). Si ottiene in tal modo una retribuzione media settimanale, che si ragguaglia a mese moltiplicando per il coefficiente 4,33.
L’importo della prestazione è pari al 75% della retribuzione media mensile, se pari o inferiore a 1.195,00 euro per l’anno 2015. Se fosse superiore l’importo dell’indennità NASpI è pari al 75% del predetto importo., incrementato di una somma pari al 25% del defferenzial tra la retribuzione mensile e l’importo di 1.195,00 euro.
L’indennità non può in ogni caso superare per l’anno 2015 i 1.300,00 euro mensili.
L’indennità si riduce del 3% ogni mese a decorrere dal primo giorno del 4° mese di fruizione.

DURATA E DECORRENZA DELLA PRESTAZIONE

La NASpI è corrisposta mensilmente per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi 4 anni (per un massimo di 24 mesi). Tuttavia dal 1° gennaio 2017 la durata massima della prestazione è limitata a 78 settimane (18 mesi).

La domanda NASpI deve essere presentata:

  • Telematicamente all’INPS,
  • Entro il termine di decadenza di 68 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro.

L’indennità NASpI decorre:

  • Dall’8° giorno successivo a quello della cessazione di lavoro se la domanda viene presentata entro l’8° giorno;
  • 1910Dal giorno successivo alla prestazione della domanda nel caso in cui sia presentata successivamente all’8° giorno.

CONTRIBUZIONE FIGURATIVA

Per tutta la durata del trattamento al lavoratore sono riconosciuti i contributi figurativi nella misura settimanale pari alla media delle retribuzioni imponibili degli ultimi 4 anni, entro un limite di retribuzione pari a 1,4 volte l’importo massimo mensile della prestazione della NASpI (1.820 euro per l’anno 2015).

 

 

 

 

 

Vedi tutte le news
Privacy Policy