Certificati di malattia tematici

L’INPS con la circolare n. 117 del 09/09/2011, riguardo alla trasmissione telematica delle certificazioni di malattia, ha definito le nuove modalità di invio degli attestati ai datori di lavoro tramite PEC.

Si ribadisce che il medico, che redige il certificato di malattia telematico, è tenuto, su richiesta del lavoratore, a rilasciare al momento della visita copia cartacea del certificato e dell’attestato di malattia telematici. Tale adempimento ha anche l’utilità di consentire al lavoratore di prendere visione della corretta digitazione dei dati anagrafici e, tra questi, dell’indirizzo di reperibilità, la cui esatta indicazione rimane un onere a carico del lavoratore stesso. Il lavoratore può in alternativa richiedere al medico di inviare copia dei suddetti documenti, in formato pdf, alla propria casella di posta elettronica. Egli, inoltre, riceve dal medico il numero di protocollo identificativo del certificato inviato telematicamente.

Qualora la stampa del certificato e dell’attestazione non sia oggettivamente possibile, il medico si limiterà a chiedere conferma dei dati anagrafici inseriti e al rilascio al lavoratore del citato numero di protocollo riferito al certificato telematico. Tale numero dovrà essere fornito dal lavoratore del settore privato al proprio datore di lavoro nel caso in cui costui ne faccia richiesta.

In conclusione, il nuovo sistema di trasmissione telematica delle certificazioni di malattia dispone l’obbligatorietà per i datori di lavoro privati alla richiesta in alternativa:

  • del servizio di consultazione degli attestati di malattia attraverso il sistema di invio PEC. La richiesta di invio degli attestati tramite PEC deve essere inoltrata all’indirizzo di Posta certificata della Struttura territoriale Inps competente utilizzando lo stesso indirizzo di PEC al quale dovranno essere destinati gli attestati di malattia dei lavoratori. I datori di lavoro in possesso di abilitazione alla ricezione dell’attestato di malattia via PEC sono tenuti a chiedere tempestivamente la revoca dell’autorizzazione al verificarsi della cessazione dell’attività, della sospensione o del trasferimento in altra struttura dell’intestatario dell’abilitazione alla ricezione dell’attestato di malattia PEC, in modo che l’Inps possa provvedere a revocare l’abilitazione,

OPPURE

  • del numero di protocollo identificativo del certificato di malattia del lavoratore inviato telematicamente dal medico, al fine della consultazione on line dell’attestato di malattia o alla verifica dell’avvenuto invio tramite il canale Contac Center dell’Inps (803.164).

 

Si precisa in ogni caso che per le società di persone e capitali costituite prima del 29/11/2008 è obbligatorio, entro il 29/11/2011, comunicare al registro imprese C.C.I.A.A. il proprio indirizzo di casella PEC (Posta elettronica certificata). Le società costituite dopo il 29/11/2008 e i professionisti devono essere già dotate di PEC.

 

 

 

 

Vedi tutte le news
Privacy Policy