Maxisanzione e precesso ispettivo: le indicazioni dell’Inail

L’INAIL con la Circolare n. 36 del 16 giugno 2011, ha fornito i propri chiarimenti introducendo rilevanti modifiche in materia di misure contro il lavoro sommerso e in tema di accesso ispettivo. Inoltre, l’Istituto assicurativo fornisce una panoramica sulle sanzioni amministrative previste per l’impiego di lavoratori “in nero”.

L’Istituto assicurativo, in via preliminare, ricorda che:

  • La maxisanzione è una misura sanzionatoria aggiuntiva che va a sommarsi alle altre sanzioni inerenti l’irregolare costituzione del rapporto di lavoro previste dall’ordinamento;
  • L’applicazione della maxisanzione è limitata all’ipotesi di impiego di “lavoratori subordinati”, da parte di datori di lavoro privati, per i quali non è stata inviata la preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro al Centro per l’Impiego, rimanendo pertanto esclusi tutti i casi in cui l’irregolarità riguarda l’impiego di lavoratori non subordinati (ad esempio, parasubordinati o autonomi).

Nel caso di lavoratori deceduti o infortunati l’Istituto chiarisce che:

“In tutti i casi in cui, per il lavoratore deceduto/infortunato, l’inoltro della Comunicazione preventiva di instaurazione del rapporto di lavoro al Centro per l’Impiego non sia stato effettuato almeno 24 ore prima dell’evento infortunistico e non sia provata, da parte del datore di lavoro, la volontà di non occultare il rapporto di lavoro, la maxisanzione deve trovare applicazione”.

SANZIONI CIVILI

L’INAIL fa presente che la legge n. 183/2010 prevede anche l’applicazione delle sanzioni civili in misura maggiorata del 50%.

L’INAIL specifica che, ai suoi fini, l’applicabilità della sanzione civile ricorre qualora, al momento dell’ispezione, sia scaduto il termine di legge per la dichiarazione delle retribuzioni riguardanti l’anno e per il conseguente versamento del premio dovuto per lo stesso periodo.

Di conseguenza, chiarisce l’Istituto:

  • La maxisanzione è immediatamente applicabile, qualora ne siano ravvisati i requisiti;
  • Le sanzioni civili, connesse all’omesso versamento dei premi assistenziali, trovano applicazione solamente se al momento dell’ispezione è scaduto il termine per il pagamento di quanto dovuto.

 

 

 

 

Vedi tutte le news
Privacy Policy